Posts

La Bussola - Free Tours of Venice

11 Feb

Calle del Forno

Le strade a Venezia non sono chiamate ‘via’ come nel resto d’Italia ma ‘calle’, ad esempio Calle del Forno.

Sign with the address Calle del Forno

Calle del Forno

I nomi delle strade si ripetono più volte per tutta la città: ci sono 17 Calle del Magazen, 16 Calle dei Preti, 15 Calle del Mezo e ben 31 Calle del Forno.

Quest’ultimo nome è così ricorrente perché deriva dalla presenza di un forno per il pane lungo la strada. Anche se fare il pane sembra un’attività piuttosto semplice, a Venezia, come qualsiasi altra cosa, non lo era affatto. Tutti gli ingredienti dovevano essere importati: farina o grano dai Balcani o dal Mediterraneo orientale, acqua potabile dalla terraferma veneziana, persino la legna per il fuoco era importata dalle Dolomiti. Per i Veneziani, fare il pane diventava una questione di politica internazionale.

Il ristorante ‘Do Forni’, uno dei più famosi ristoranti storici di Venezia, prende il nome dai due forni che rifornivano le suore che vivevano nel vicino convento di San Zaccaria. Questo convento era il più importante di Venezia: essendo il più vicino a Piazza San Marco, era sotto la protezione del Doge e le famiglie nobili ci mandavano le figlie per essere educate e, forse, anche nella speranza che alcune di loro decidessero di prendere i voti. La richiesta di pane e pasticcini da parte del convento era così elevata che i due forni erano costretti a lavorare in esclusiva per le monache. Questo non perché esse ne facessero un uso smodato, ma per i frequenti ricevimenti mondani, organizzati per accogliere i nobili parenti delle educande, in barba alla regola monastica che non permetteva di avere contatti col mondo esterno. Chiaramente, questa deroga era dovuta esclusivamente all’estrazione aristocratica delle studentesse, ma anche di molte monache, provenienti da famiglie dell’alta nobiltà veneziana.

Una di queste occasioni sociali è rappresentata in un famoso dipinto del maestro Settecentesco Francesco Guardi, oggi parte della splendida collezione conservata a Ca’ Rezzonico.

Painting by Francesco Guardi, The Nuns Parlor at San Zaccaria, painted between 1745 and 1750. Now at Ca' Rezzonico Museum in Venice.

Francesco Guardi, Il parlatoio delle monache di San Zaccaria, 1745 – 1750, Ca’ Rezzonico, Venezia

Volete sapere di più dei Do Forni or San Zaccaria convent  or maybe want to plan a visit to Ca’ Rezzonico?

Non dimenticate di condividere!

Print

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.