Posts

La Bussola - Free Tours of Venice

Gondolas covered with snow
17 Feb

Il tempo a Venezia

Il tempo a Venezia e in Italia sono, in genere, due cose completamente diverse. Quando la gente pensa all’Italia, si immaginano sempre un clima molto caldo e soleggiato.

L’Italia ha 4 mari che bagnano le sue coste, ma questo non garantisce un clima caldo durante l’anno in tutto il territorio italiano!

A sunny day in Venice.

Una giornata soleggiata a Venezia.

Qui a Venezia, abbiamo 4 stagioni vere e proprio, ma a causa della mancanza di alberi che creano un’atmosfera colorata, è difficile capire se sia primavera, autunno o inverno. Sembra semplicemente tutto uguale, e solo le diverse sfumature della luce suggeriscono l’avvicendarsi delle stagioni.

Cominciamo notando la nostra posizione geografica: Venezia si trova nel mezzo della laguna veneziana, acque costiere poco profonde lungo il Mare Adriatico. Ha la stessa latitudine dell’isola di Hokkaido in Giappone, Portland (Oregon) negli USA, Montreal e Ottawa in Canada, Sinferopoli in Russia.

Arriviamo al punto: Venezia è a soli 150km dalle alpi (due ore di macchina) e ha un clima umido e 

A gondoliere cool down during August

Un gondoliere si rinfresca in una giornata di Agosto [via telegraph.co.uk]

subtropicale, che significa che abbiamo estati molto calde (una media di 27°) e inverni sorprendentemente freddi (6° in media). Ma quello che la rende una città particolarmente fredda o calda, a seconda delle stagioni, è l’alto tasso di umidità: 80% durante tutto l’anno.

.

I due fenomeni atmosferici più tipici di Venezia sono la nebbia e l’acqua alta, entrambi possono essere estremamente irritanti quanto magici.

L’acqua alta è un fenomeno naturale dovuto principalmente alle fasi lunari e alle condizioni atmosferiche, come ad esempio vento e pioggia. Di solito la città si allaga tra Ottobre e Febbraio, non giornalmente per fortuna, ma in media un paio di volte al mese.

High tide in St. Mark's

Acqua Alta in piazza San Marco

I cittadini vengono informati dell’acqua alta appena entrano al bar per la colazione –  qualcuno ne starà sicuramente parlando! Ad ogni modo, abbiamo app, google e un servizio di messaggi gratuito fornito dal Comune.

I turisti scoprono dell’acqua alta grazie ad una sirena che avvisa del suo arrivo un paio d’ore prima e che si sente i tutta la città.

Un altro modo di scoprire l’acqua alta è quello di trovarsela davanti. Certamente, i turisti meno preparati, troveranno il fenomeno particolarmente spiacevole. Quelli che invece hanno provveduto a comprare in tempo stivali di gomma, potranno godere dell’opportunità di fare foto surreali.

Church od S. Giorgio Maggiore muffled by fog

La chiesa di San Giorgio trasfigurata dalla nebbia [via flickr.com]

L’altra condizione atmosferica associata a Venezia è la nebbia. Non odiatela a priori perché rende le foto meno colorate. Quando scende la nebbia, la città si trasforma in una favola: le figure sembrano fluttuare, i suoni sono attutiti, le luci e i colori cambiano e, chiunque sia predisposto all’avventura, troverà il perdersi nella nebbia veneziana un’esperienza unica e indimenticabile.

Un altro fenomeno a Venezia, improbabile ma non impossibile, è la neve. Anche se in inverno sembra di gelare, la temperatura raramente va sotto lo zero, i canali non si ghiacciano e non nevica quasi mai. Ciononostante, nel 1929 si verificò un inverno particolarmente e la laguna si ghiacciò, permettendo di raggiungere Murano da Venezia a piedi, camminando sul ghiaccio! Anche se nevica molto raramente, quando succede i veneziani, come i turisti, afferrano la fotocamera e scendono per le strade.

People walking on the frozen lagoon in front of S. Michele Island during February 1929

People walking on the frozen lagoon in front of S. Michele Island during February 1929

Print

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.