Posts

La Bussola - Free Tours of Venice

Particolare del soffitto della Sala degli Scarlatti a Palazzo Ducale.
3 Mar

I Soffitti di Legno Dorato di Venezia

Oggi vi vorremmo parlare di una delle cose tra le più affascinanti della nostra città: i soffitti di legno dorato di Venezia.

Soffitto della Sala dell'Albergo della Scuola Grande di San Marco

Soffitto della Sala dell’Albergo della Scuola Grande di San Marco

Molto spesso i turisti non si accorgono nemmeno che il più grande tesoro di chiese e palazzi sta sopra la loro testa. Uno dei soffitti più belli è sicuramente quello della Scuola Grande di San Marco, che oggi è l’ospedale di Venezia.

Facciata della Scuola Grande di San Marco, oggi l'Ospedale Civile di Venezia.

Facciata della Scuola Grande di San Marco, oggi l’Ospedale Civile di Venezia.

La Sala dell’Albergo fu decorata da Pietro e Biagio da Faenza nel 1504, con i colori tipici per Venezia, azzurro e oro.

La sala dell'albergo della Scuola Grande di San Marco realizzata a inizio XVI secolo da Biagio e Pietro da Faenza.

Sala dell’Albergo nella Scuola Grande di San Marco.

I due fecero carriera e li ritroviamo a Palazzo ducale, due anni più tardi, per realizzare il soffitto della Sala degli Scarlatti, nell’Appartamento Dogale.

Soffitto della Sala degli Scarlatti realizzato nell'Appartamento Dogale da Biagio e Pietro da Faenza nel 1509.

Soffitto della Sala degli Scarlatti a Palazzo Ducale.

La Sala del Capitolo dei confratelli di San Marco, invece, ottenne il suo bellissimo soffitto qualche anno più tardi, nel 1519.

Soffitto della Sala Capitolare della Scuola Grande di San Marco. Al centro i simboli della cinque scuole grandi allora attive a Venezia.

Soffitto della Sala Capitolare della Scuola Grande di San Marco.

Al centro sono raffigurati gli stemmi delle cinque Scuole veneziane: il Leone alato di San Marco, l’Aquila nera di San Giovanni, i monogrammi S.R. di San Rocco e S.M.V. della Misericordia, e la Croce inscritta in un cerchio della Carità.

Le Scuole Grandi si misuravano tra loro anche per lo splendore delle loro sedi. La prima a decorare il soffitto in questo modo favoloso fu la Scuola Grande della Carità, oggi occupata dalle Gallerie dell’Accademia.

Sala dell'Albergo della Scuola Grande della Carità. Sulla parete la 'Presentazione al tempio' di Tiziano.

Sala dell’Albergo della Scuola Grande della Carità. Sulla parete la ‘Presentazione al tempio’ di Tiziano.

Fu Marco Cozzi, confratello della Scuola, a decorare la bellissima Sala Capitolare tra il 1461 e il 1484.

Il soffitto, opera di Marco Cozzi, realizzato nel 1461 c. per la sala capitolare della scuola grande della Carità

Soffitto della Sala del Capitolo della Scuola Grande della Carità

Una curiosità: pare che gli angeli siano rappresentati con otto ali perché funzionerebbero da rebus del cognome del committente, il Guardian Grande – nonché Segretario Ducale – Ulisse Aliotto.

Particolare del soffitto realizzato da Cozzi per la Scuola Grande della Carità.

Angeli con otto ali, particolare del soffitto della Scuola Grande della Carità.

Marco Cozzi fu un artigiano di grandissima abilità, originario di Vicenza, cui si deve anche lo spettacolare coro dei monaci della Basilica dei Frari.

Particolare del Coro ligneo della Basilica dei Frari realizzato da Marco Cozzi.

Particolare del Coro ligneo della Basilica dei Frari realizzato da Marco Cozzi.

Print

Leave a Reply